la mamma del mio migliore amico

La mamma
Mamma del mio amico

Sono giorni che Lorenzo, l’amico di mio figlio mi fa un effetto strano, mi eccita quando mi guarda… Le tette, più son scoperte e più arrosisce, mi son sempre chiesta cosa farebbe se gliele sbattessi in faccia, così qualche giorno fa decisi di spronarlo un po’, visto che mio figlio è corso al lavoro per un imprevisto, chiesi a Lorenzo di fermarsi perché avevo bisogno di una mano in cucina, con un grosso grosso tubo. ..Maliziosamente mi appoggio sul lavello per indicare dove trovo tutto bagnato, il vestitino sale mentre mi piego e scopre metà glutei, spingo il culo contro Lorenzo che sento con il respiro affannato.. Mmmmm mi sembra di sentirlo il grosso grosso tubo che cercavo .. Ondeggio un po’ con il culo strusciandolo bene su quel pacco gonfio, Lorenzo mi dice.. Signora.. Se continua così.. Mi giro e mordendomi il labbro gli dico.. Se continuo così cosa.. Lorenzo caro… Signora lei è molto eccitante e io.. Sono amico di suo figlio ma sono sempre un uomo,… E che uomo.. Gli rispondo.. cosa vorresti ora sincero.. Lui, posso toccare quelle tette meravigliose? Me le tiro fuori dal vestitino scollatissimo, i capezzoli duri e dritti le sue mani, delicate in principio, ma subito dopo forti e decise, me le munge come una vacca, stringe strizza succhia e io ne approfitto subito per tirarglielo fuori, quel cazzo mi fa sbavare come non mai, mi accovaccio con le cosce ben aperte, guardandolo negli occhi lecco le palle gonfie del migliore amico di mio figlio, e senza accorgermi mi ritrovo a lucidargli la cappella con tre dita in figa… Lui sembra in estasi e nn ha visto ancora niente… Il suo cazzo è durissimo sgocciola, la mia saliva cola fin sotto le palle sulle mie dita che le tengono strette…Lui mi prende per il collo mi rialza e mi sbatte sul lavello, mi stringo le tette e lui mi fa essere la troia che ho sempre desiderato.. Mi apre il culo con le mani e sento come mi lecca e succhia la figa gonfia e vogliosa.. Sto impazzendo voglio il suo cazzo più che mai.. Ti prego sbattimelo dentro non resisto più.. E lo sento mi sta scopando da troia.. Come piace a me.. Siii sento le sue palle sbattere ad ogni colpo, godo sul suo cazzo come mai prima d’ora, ma lui si ferma sogghigna e mi dice una vera troia come lei signora deve avere il culo ben aperto.. Ci penso io.. E sento la cappella bollente sfondarmi il culo.. Godo urlo e sento le cosce fradice mi sta facendo squirtare come una fontana… Voglio la tua sborra e così mi dice di aprire bene la bocca, inginocchiata nella pozzanghera di umori che ho squirtato.. Completamente fradicia riprende a scoparsi la mia bocca… Eccola arriva… La sento.. Mi schizza in gola la bevo tutta.. Ripulendo il suo cazzo fino all’ultimo.. Da quel giorno Lorenzo viene sempre quando ho bisogno di una mano..

Racconto by Ylenia

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi